CRN 74m Cloud 9… navigare al settimo cielo CRN 74m Cloud 9… navigare al settimo cielo
CRN 74m Cloud 9 conferma la capacità di Crn di costruire yacht di grandi dimensioni e di altrettanto carattere. Un progetto CRN Engineering per... CRN 74m Cloud 9… navigare al settimo cielo

CRN 74m Cloud 9 conferma la capacità di Crn di costruire yacht di grandi dimensioni e di altrettanto carattere. Un progetto CRN Engineering per l’architettura navale, Zuccon International Project, Exterior Design, e  infine Winch Design per gli interni.

di Maria Roberta Morso – foto Maurizio Paradisi

Cloud 9 corrisponde all’espressione italiana Settimo Cielo. Il nome dello yacht ci fornisce l’occasione di indagare l’origine di queste espressioni. Secondo la teoria geocentrica (che resistette per circa due millenni, fino a quanCRN 74m Cloud 9do il buon Copernico non andò a scompigliare le carte), la Terra era al centro dell’Universo ed intorno ad essa ruotavano dieci cieli concentrici. Di questi, solo i primi sette erano accessibili all’uomo che, quindi, poteva arrivare al massimo al settimo cielo. La somma beatitudine.

L’equivalente inglese risale, probabilmente, al 1896 quando l’International Cloud Atlas definì i cumulonembi, le nubi più alte, nubi del nono livello.

Dopo questa breve digressione, passiamo al nostro Cloud 9, luogo di somma beatitudine per il suo armatore.

La storia dello yacht  CRN 74m Cloud 9, in realtà, ha avuto alti e bassi, soprattutto per il cantiere anconetano. Il proprietario originale si ritirò a costruzione iniziata e il cantiere si ritrovò con un progetto scaturito dalle richieste e dalle indicazioni di un armatore che non c’era più. Unico vantaggio, poter offrire ai potenziali acquirenti uno yacht di grandissima dimensione con tempi di consegna relativamente brevi.

Grazie all’intermediazione dei broker di Burgess la vendita del Crn 131 venne conclusa a metà del 2014. L’armatore del primo Cloud 9, un 60 metri varato dal cantiere francese Cmn nel 2009, desiderava uno yacht più grande e il 74 metri in attesa nel capannone Crn faceva al caso suo.

«Lo yacht era in stato avanzato di costruzione per quanto riguardava scafo, sovrastruttura e parte dell’impiantistica e il nostro progetto era stato sviluppato in base alle richieste dell’armatore originario», ricorda Bernardo Zuccon di Zuccon International Project. «Prima di firmare il contratto, il nuovo armatore chiese parecchie modifiche da apportare in tempi strettissimi. Sotto molti aspetti, layout e linee esterne dello yacht sono stati ridisegnati». 

CRN 74m Cloud 9Le linee esterne portano impressa la firma di Gianni Zuccon e del suo team. Maestoso e raffinato Cloud 9 ha una linea destinata a non passare di moda. Elegante, classica, autentica.

I suoi cinque ponti, oltre a un sesto destinato a locali tecnici, offrono ambienti, esterni e interni, che si estendono per circa 1000 metri quadrati. L’estensione di una reggia destinata ad accogliere un massimo di 16 ospiti coccolati da un equipaggio di 22 persone.

Il layout di CRN 74m Cloud 9 non è tradizionale. Attraversando il maestoso pozzetto, con piscina posizionata per baglio e con il fondo parzialmente trasparente, si accede all’amplissimo salone principale che, destinato essenzialmente alla convivialità, si può trasformare in una delle due sale cinema presenti a bordo.

Dalla lobby principale, dominata da uno scenografico ascensore cilindrico in vetro, si passa ad un lungo corridoio sul quale si aprono sei cabine ospiti e un locale destinato a massaggi, coiffeur, salone di bellezza con terrazza a ribalta dove godere il panorama marino in totale relax.

Sul ponte inferiore si trovano il secondo ingresso ospiti e la zona equipaggio che comprende una grande dinette e 12 cabine doppie. A poppa, oltre la sala macchine posta su due livelli e divisa in due dal corridoio che porta a un beach club di circa 60 metri quadri, ci sono due garage con apertura laterale. Nel lower deck sono collocati dispense, frigoriferi, lavanderia e locali tecnici.CRN 74m Cloud 9 barchemagazine

Tornando ai piani alti, sul ponte superiore c’è un arioso salone con zona pranzo circolare collocata a poppa che fa da tramite tra esterno e interno grazie a porte scorrevoli. Procedendo verso prua si passa dalla palestra e si oltrepassa una cabina vip prima di arrivare alla timoneria adiacente alla cabina e all’ufficio del comandante  di CRN 74m Cloud 9, Colin Boyle.

Ad un livello ancora superiore c’è l’appartamento armatoriale: circa 400 metri quadri tra cabina, ufficio, sala da bagno e un salone poppiero che si apre su una grande terrazza.

Ampi passaggi laterali consentono di muoversi da poppa a prua dove si trova un terrazzo panoramico riservato all’armatore.

Il sun deck, infine, è un’oasi dedicata al relax dotata di un’ulteriore piccola piscina panoramica.

Il primo Cloud 9 era stato interamente disegnato da Winch Design e l’armatore ha voluto lo stesso team per sviluppare il progetto degli interni del nuovo yacht.

CRN 74m Cloud 9 barchemagazineSalendo a bordo di CRN 74m Cloud 9 si intuisce che il tema attorno al quale si sviluppa l’intero progetto degli interni è il mare.

Un tema sviluppato con dovizia e ricchezza di dettagli, dalle moquette sofficissime, realizzate tutte in singoli pezzi senza giunte, che riproducono le ondulazioni della sabbia sulla spiaggia o sul fondo del mare, agli oggetti esposti in scaffali e ripiani, per lo più conchiglie e pregevoli sculture lignee. Il legno dominante è il rovere sabbiato abbinato a dettagli e elementi in madreperla, pelle, acciaio. Raffinati bassorilievi in legno decorano alcuni mobili e pareti.

La decorazione, nella sua omogeneità, crea ambienti estremamente rilassanti rifiniti con il medesimo livello di cura e raffinatezza dei materiali delle aree destinate all’armatore.

Non possiamo addentraci in descrizioni minuziose, ma nel salone del ponte superiore meritano sicuramente una menzione speciale i dipinti a parete che raffigurano un cielo luminoso.

CRN 74m Cloud 9
PROGETTO
CRN Engineering (architettura navale) • Zuccon International Project (Exterior design) • Winch Design (Interior design)
SCAFO lunghezza ft 74m • larghezza massima 13,50m • immersione 3,50m • dislocamento pieno carico 1650 t • Gross tonnage 2218 GT • Capacità serbatoio carburante 250’000 l • Capacità serbatoio acqua 40’000 l • Produzione acqua potabile 32’000 l al giorno • ospiti 16 persone (12 se in charter) – 7 cabine vip/ospiti – 1 suite armatoriale
MOTORE 2 Caterpillar 3516C-Chd • Potenza 2000 kW @ 1600 giri minuto • Velocità massima a mezzo carico 16,5 nodi • Velocità di crociera 15 nodi • Autonomia a 12 nodi: 6000 na mi • Autonomia a 15 nodi: 4000 na mi
GENERATORI 2 Caterpillar C18 275 kW 380V 50Hz • 1 Caterpillar C9 175 kW 380V 50Hz • Generatore di Emergenza: 1 Caterpillar C6.6 118 kW 380v 50hZ

CRN Spa – Ferretti Group
Via Enrico Mattei 26
I-60125 Ancona
0039 071 5011111
[email protected]
www.crn-yacht.com

(Dicembre 2017)

  • CRN 74m Cloud 9BeachClub2
  • CRN 74m Cloud 9 RunningShot2
  • CRN 74m Cloud 9
  • CRN 74m Cloud 9 barchemagazine OwnerCabin2
  • CRN 74m Cloud 9 Ownersuite 1
  • Cloud 9_MainDeck_MainSaloon2