Boot di Düsseldorf, com’è andata l’edizione 2019? Boot di Düsseldorf, com’è andata l’edizione 2019?
Ha festeggiato decisamente bene il suo 50esimo anniversario il Boot di Düsseldorf che ha appena chiuso i battenti: gli espositori sono stati 2.000, in... Boot di Düsseldorf, com’è andata l’edizione 2019?

Ha festeggiato decisamente bene il suo 50esimo anniversario il Boot di Düsseldorf che ha appena chiuso i battenti: gli espositori sono stati 2.000, in rappresentanza di 73 paesi, su una superficie espositiva totale di 220.000 metri quadrati. Le barche da vedere erano complessivamente 1.500. In leggero aumento, dopo 9 giorni di fiera, il numero complessivo dei visitatori, 250.000 contro i 247.000 della passata edizione.

Come sempre il primo punto di forza della manifestazione tedesca è stato quello di saper riunire, in un unico luogo, gli appassionati del mare, di tutti i tipi. Se infatti a stupire, a far alzare a tutti il naso all’insù era sempre la spettacolare Hall 6 con i suoi superyacht, quest’anno a fargli eco c’era invece la Hall 8, dove a richiamare ben 100.000 visitatori c’erano surf, paddle, kite e soprattutto “the wave”, grande piscina con tanto di onda artificiale.

Il Boot è stato inoltre anche questa volta il felice incontro tra il mondo della nautica del Nord Europa e del Mediterraneo, della vela e del motore. Protagonisti i brand italiani che hanno annunciato proprio in Germania la nascita di nuovi marchi sia tra le imbarcazioni di piccole dimensioni che grandi, e anche rivelato nuove importanti acquisizioni.

Tra i settori che si sono dimostrati più interessanti ci sono stati sicuramente quello delle propulsioni elettriche, anche qui tra il lancio di nuovi prodotti e di importanti nuove collaborazioni, così come quello dei multiscafi, che si confermano ancora una volta la terra di confine tra vela e motore, e spesso la più interessante in termini di scelte funzionali e di design.

La BVWW, l’associazione tedesca che riunisce le aziende del settore ha rivelato alcuni (ma pochi) numeri riguardo il loro mercato: nella prima metà del 2018 sono state esportate 2.001 barche, a vela e a motore, per un valore complessivo di 150,3 milioni di Euro, dato in linea con il corrispondente semestre 2017 (153 milioni).

Sempre in controtendenza rispetto al resto dell’Europa il dato sul rapporto tra vela e motore: se complessivamente nel Vecchio Continente per ogni 8 barche a motore ce ne sono 2 a vela, in Germania il rapporto è di 6 a 4. Bene poi soprattutto il settore delle imbarcazioni sopra i 12 metri di lunghezza, dove l’85% dei dealer di barche a vela, e il 93% del settore del motore hanno dichiarato una crescita delle vendite rispetto all’anno precedente.

E riguardo al futuro? Sempre secondo i dati di BVWW l’88,1 % delle aziende tedesche operanti nel settore della nautica da diporto si dichiarano ottimiste per il futuro.