Benetti, buon inizio 2020 con il varo di due yacht di categoria Class Benetti, buon inizio 2020 con il varo di due yacht di categoria Class
Un inizio d’anno promettente per Benetti che, a cavallo di due giorni, dopo il varo a scivolo della prima unità di Diamond 145, ha... Benetti, buon inizio 2020 con il varo di due yacht di categoria Class

Un inizio d’anno promettente per Benetti che, a cavallo di due giorni, dopo il varo a scivolo della prima unità di Diamond 145, ha assistito al varo di due yacht della categoria Class. Si tratta del sesto scafo di Delfino 95, 29 metri di lunghezza, e della quattordicesima unità di Classic Supreme 132, superyacht di 40,2 metri.

A Viareggio, il 6 febbraio il cantiere viareggino ha varato BD106, sesto scafo di Delfino 95, yacht dallo stile tutto italiano. Raffinato ed elegante, questo yacht presenta finestrature che assicurano intensi giochi di luce e diventano elementi di arredo che caratterizzano un design senza tempo.

BD106 Benetti

BD106, di proprietà di un armatore cipriota, è uno yacht lungo 29 metri e largo 7, realizzato in materiali compositi.

Le linee esterne sono disegnate da Giorgio M. Cassetta e gli interni sono a cura dell’Interior Style Department di Benetti.

Il layout dei 4 ponti prevede 5 cabine per armatore ed ospiti, 3 per l’equipaggio, compresa quella del comandante, un’ampia plancia di comando sull’upper deck ed una seconda postazione di pilotaggio esterna sul sun deck.

Sul main deck, dove legni e marmi creano un ambiente caldo ed elegante, il salone principale, diviso in sala da pranzo con tavolo per 10 persone e area living con divano e poltrone, precede la galley che si trova a centro nave insieme al day head, e la cabina armatoriale di prua. Quest’ultima è arredata con un letto matrimoniale, un vanity per lei e un ampio bagno per lui e per lei con una grande doccia di marmo al centro.

Il lower deck ospita le 4 cabine doppie per gli ospiti, di cui 2 matrimoniali e 2 a letti singoli scorrevoli; mentre la zona di prua è riservata all’equipaggio e può ospitare fino a 5 posti letto in 3 cabine.

L’autonomia alla velocità di crociera di 10 nodi è pari a 2.320 miglia marine e la motorizzazione è affidata a due Man V8 da 1.000 cavalli, ciascuno in grado di portare lo yacht alla velocità massima di 14,5 nodi.

Il giorno dopo, il 7 febbraio, sempre a Viareggio, Benetti ha varato Happy me”  (nella foto di apertura in alto, poco prima del varo)la quattordicesima unità di Classic Supreme 132, superyacht dislocante di 40,2 metri di proprietà di un industriale tedesco.

Happy Me Benetti

Ho apprezzato molto la passione e dedizione profuse da Benetti in ogni momento della costruzione di questo yacht”, ha dichiarato l’armatore a margine della cerimonia di varo, ringraziando ancora una volta tecnici, ingegneri, designer e tutto il management Benetti.

Questa imbarcazione ha ampi spazi esterni, in particolare sul sun deck che ha una superficie di circa 100mq e sull’upper deck dove ad un’area lounge si aggiunge una Jacuzzi a prua della Pilot House dalla quale si gode di una privilegiata vista mare.

Le linee esterne portano la firma dell’architetto Stefano Righini, gli interni sono disegnati da François Zuretti. Sul main deck, la cabina armatoriale di prua è preceduta da un ampio salone illuminato da luce naturale che filtra da grandi finestre su entrambe le murate.

Gli ospiti alloggiano in ampie cabine doppie, 2 vip e 2 guest, sul lower deck. Sullo stesso ponte a prua, in un ambiente separato dalla zona ospiti, si trova l’area riservata all’equipaggio con 7 cuccette in 4 cabine, una cucina e una dinette, mentre l’alloggio del comandante è nell’upper deck.

BS014 è spinta da una coppia di motori MTU 12V, e garantisce una velocità massima di 14,5 nodi ed un’autonomia di 3.200 miglia nautiche alla velocità di crociera di 11 nodi.

(Benetti, buon inizio 2020 con il varo di due yacht di categoria Class – Barchemagazine.com – Febbraio 2020)