Benetti Fast 125: ecco la numero 7 Benetti Fast 125: ecco la numero 7
Ed ecco la numero sette. Il cantiere di Viareggio ha annuciato la vendita della settima unità di Benetti Fast 125, design degli esterni di... Benetti Fast 125: ecco la numero 7

Ed ecco la numero sette. Il cantiere di Viareggio ha annuciato la vendita della settima unità di Benetti Fast 125, design degli esterni di Stefano Righini, sistema di propulsione, Azipull Carbon 65 sviluppato da Rolls Royce. Carena di Pierluigi Ausonio. 

Lungo esattamente 38,1 metri, si articola su quattro ponti e ospita cinque cabine per gli ospiti. Le linee esterne di Benetti Fast 125  hanno un taglio sportivo, le finestrature orizzontali accentuano l’aspetto dinamico dello yacht.

Sui ponti esterni ci sono quattro aree distinte. Sul Lower Deck la spiaggetta ha la sua area bar mentre il garage, che può ospitare un tender e due moto d’acqua, si apre lateralmente per lasciare l’area di poppa completamente libera.

Nella zona di prua dell’Upper Deck è presente un’ampia zona con divani, lettini prendisole e vasca idromassaggio Jacuzzi; quest’area, insieme alla notevole superficie del Sun Deck e alla beach area, rende decisamente godibili gli spazi esterni dell’imbarcazione. Benetti Fast 125' Skyler Barche yacht

Il layout dei ponti interni è stato disegnato per accogliere dieci ospiti in cinque cabine: una suite armatoriale, tre matrimoniali e una con letti gemelli in cui può trovare posto un terzo letto. La zona per l’equipaggio può ospitare fino a sette persone.

Lo stile scelto per gli interni, tra i tre preparati dallo studio RWD è AIR, quello più moderno, e i legni utilizzati sono l’eucalipto e il tay.

La carena è stata progettata da Pierluigi Ausonio con il centro Ricerche e Sviluppo Azimut Benetti, è dotata di wave piercer ed è stata studiata per combinare i vantaggi di uno scafo dislocante a basse velocità con quelli di uno scafo planante di grandi prestazioni.

Il sistema di propulsione progettato da Rolls Royce ha consentito una notevole riduzione della rumorosità e delle vibrazioni e un ulteriore miglioramento della capacità di manovra.

L’Azipull Carbon 65, infatti, è un propulsore sterzante leggero e ad alte prestazioni, interamente in fibra di carbonio, innovazione che ne ha ridotto sensibilmente il peso, permettendo un migliore layout dell’imbarcazione.

AZP C65 è stato progettato per una potenza nominale di 2 MW ed è dotato di elica a passo fisso di tipo traente orientata verso la prua dell’imbarcazione e ha due serie di ingranaggi conici a spirale, installati in una struttura di supporto che garantisce una capacità ottimale di sostegno del carico in tutte le condizioni operative.

Il propulsore di Benetti Fast 125 è sterzante grazie a un impianto idraulico integrato in un sistema compatto di cuscinetti e installato in una struttura dello scafo appositamente realizzata e brevettata. È stato sviluppato un sistema di automazione e controllo, con moduli Common Controls Rolls-Royce Marine, abbinato al propulsore.

Un altro vantaggio di questo sistema è la navigazione con livelli estremamente ridotti di rumorosità e vibrazioni: grazie al peso ridotto dell’Azipull, la sala macchine può essere posizionata più a poppa, in modo che le cabine degli ospiti risultano silenziose e prive di vibrazioni. Il Fast 125’ ha ricevuto dal RINA la classificazione Comfort Class, la prova certificata della sua andatura silenziosa e fluida.

Nella sala motori di Benetti Fast 125 ci sono due i Mtu (12V 2000M96L) da 2.636 HP ciascuno, grazie ai quali questa imbarcazione può raggiungere i 24 nodi di massima mentre la crociera si attesta intorno ai 17,5 nodi. L’autonomia, a 12 nodi di andatura media, è di 1.750 miglia nautiche.