Benetti Fast 125 Skyler, tecnologia al servizio del lusso Benetti Fast 125 Skyler, tecnologia al servizio del lusso
Siamo usciti in mare con il terzo esemplare della serie Fast 125 di Benetti, destinato a un armatore statunitense, sul quale sono state ulteriormente... Benetti Fast 125 Skyler, tecnologia al servizio del lusso

Siamo usciti in mare con il terzo esemplare della serie Fast 125 di Benetti, destinato a un armatore statunitense, sul quale sono state ulteriormente migliorate alcune soluzioni di un progetto già unico

di Angelo Colombo

Il Fast 125 si distingue per il sistema propulsivo, sviluppato appositamente da Rolls Royce, per la carena “displacement to planing” e per l’ampio uso della fibra di carbonio. Il risultato è uno yacht con doti di manovrabilità insolite per mezzi di questa taglia, volumi abitabili resi ancor più ampi dall’appoppamento dei motori per l’installazione diretta dei pod, confort di navigazione straordinario garantito da linee d’acqua e propulsioni capaci di non generare vibrazioni mantenendo un assetto sempre ottimale, prestazioni e consumi molto interessanti. Stando nella suite armatore sul ponte principale, ci siamo accorti di essere in movimento solo perché dalla finestratura abbiamo visto scorrere il porto di Viareggio, ma anche negli altri ambienti della nave il rumore e le vibrazioni erano assenti.

«È un progetto molto innovativo, di 38 metri di lunghezza e 8,45 di larghezza. Lo scafo D2P garantisce un elevato rendimento idrodinamico sia in dislocamento sia in planata, grazie alle tecniche di costruzione e alla straordinaria propulsione Rolls Royce. Tutto questo ci permette di navigare a 12 nodi con consumi da dislocante puro, potendo spingerci oltre i 22 nodi mantenendo comfort, manovrabilità e consumi mai troppo eccessivi». Queste le parole di Andrea Mosches, project manager della linea Fast di Benetti, che riassumono quanto abbiamo avuto modo di provare nel corso del nostro test, dove abbiamo anche rilevato che alla velocità di 16,3 nodi il consumo orario è di 585 litri. Navigare a 22 nodi e oltre è un’opportunità sicuramente interessante e che in più di un’occasione siamo certi che gli armatori sfrutteranno, ma il consumo in quel caso si avvicina molto al mc/ora, che sebbene basso rispetto alle dimensioni e alla configurazione dello scafo, rimane comunque impegnativo.

Le nostre impressioni sono state positive su tutti i fronti, con la sorpresa di aver visto il cantiere prodigarsi per migliorare uno yacht che al suo primo esemplare ci aveva già stupiti. Piacevoli le sensazioni di governabilità elevata che le propulsioni azimutali di Rolls Royce assicurano a tutte le andature. Uno yacht di 38 metri al quale non manca davvero nulla in termini abitativi, di eleganza e soprattutto tecnologici. Le cabine ospiti sono in totale quattro e sono tutte sviluppate sul ponte inferiore, dotate di bagno riservato e tanta luce naturale proveniente dalle generose aperture a scafo.

A poppavia del centro nave è presente il garage con accesso laterale, soluzione che, oltre a permettere di ospitare un tender di più di 5 metri e due moto d’acqua, lascia alla poppa la funzione di beach club.

Percepire l’accelerazione su un 38 metri con tanto di fly non è una cosa che capita tutti i giorni, ma sul Fast 125 è possibile, così come si può governare in velocità virando di 180° con un raggio di circa cinquanta metri, traslare in porto per ormeggiare all’inglese, governare in sicurezza in acque ristrette e trafficate, il tutto nel silenzio.

Rolls Royce ha sviluppato per e con Benetti il sistema propulsivo AziPull Carbon in un programma avviato già nel 2011 e culminato con il varo del primo Fast 125. Un progetto importante, perché è il primo rivolto al diporto nautico, come ci ha confermato Andrea Ceruti, responsabile RR per l’Europa del Sud: «Un progetto che ci ha permesso di approfondire gli studi sulle nostre propulsioni azimutali, sinora dedicate esclusivamente a mezzi militari o civili di grandi dimensioni. Con Benetti abbiamo avviato una campagna di sviluppo con l’obiettivo di ridurre soprattutto i pesi, il nome che abbiamo dato a quest’applicazione spiega tutte le caratteristiche che la distinguono, perché AziPull Carbon significa appunto, trasmissione azimutale a eliche traenti realizzata con carbonio.  Siamo passati dalle 14t di peso della trasmissione originale, che poteva sostenere potenze fino a 1600 kW, alle 2,8 t dell’Azipull 65 che può lavorare con potenze fino a 2000 kW, un bel traguardo di cui siamo ovviamente orgogliosi». 

 Benetti Fast 125 Skyler – La scheda tecnica

PROGETTO interni  Redman Whiteley Dixon • esterni Stefano Righini • architettura navale Benetti Technical Department
SCAFO lunghezza ft 38,1m  • larghezza massima 8,45m • immersione 2,08m  • dislocamento vuoto 160 t • dislocamento pieno carico 197 t • Capacità serbatoio carburante 25000 l • Capacità serbatoio acqua 4.000 l
MOTORE 2 MTU 16V2000M94 • Potenza kW 1.938/2.636 hp • Numero di cilindri 16v • Alesaggio per corsa 135/156 mm  • Cilindrata 35.700 cm3  • Regime di rotazione massimo 2.450 giri/min • Peso 3.380 kg
CERTIFICAZIONE CE  RINA

BENETTI  Benett HQ
Via Michele Coppino, 104
Viareggio (LU)
Tel. +3905843821
[email protected]
benettiyachts.it


We set out to see in the third of Benetti’s Fast 125 series to be made. This yacht is to be delivered to an American owner and includes further improvements to a project, which was already unique

The Fast 125 stands out because of its propulsion system, which has been specially developed by Rolls Royce for the “displacement to planing” hull, and because of the extensive use of carbon fibre.

The outcome is a yacht which is unusually manoeuvrable for vessels of this size, with living areas which have been made even larger by moving the engines aft to directly install pods. It is also extraordinarily comfortable when under way, which comes from water lines and an engine system which don’t cause vibrations, and always keeps a good trim, while offering excellent performance and fuel consumption. When we were in the owner’s cabin on the main deck, we only knew we were moving because we saw Viareggio harbour gliding past, and there was also no noise or vibration in the other areas of the boat. 

«It is a very innovative project, 38 metres long and 8.45 wide. The D2P hull ensures top-level hydrodynamic performance, both in displacement and when planing, thanks to the techniques used in construction and the extraordinary Rolls Royce propulsion system. All that means we can travel at twelve knots using the same amount of fuel as a pure displacement vessel would, but we are able to raise the speed to beyond 22 knots, while keeping a good level of comfort, manoeuvrability and fuel consumption which is never excessive». Those are the words of Andrea Mosches, project manager of the Benetti Fast Line, with which we concur, having had the chance to try it out during our test.

However the figure that we most like in the table that follows refers to a 16.3 knot speed, which uses 585 litres an hour. Steering at 22 knots and more is definitely an interesting option, and one that we are sure that owners will enjoy at least once, even if the fuel consumption is of about 970 litres per hour, which, even though it is not much for the boat’s size and configuration, is nevertheless a significant amount. Our impression was good in all areas, with the surprise of having seen the yard invest to improve a yacht whose first version had already amazed us.

The great responsiveness that the Rolls Royce azimuth thrusters provide at all speeds is pleasant.

A 38-metre yacht, which lacks absolutely nothing in terms of liveability, elegance and – above all – technology. There are a total of four guest cabins on the lower deck, each fitted with a private bathroom and plenty of natural light from the large hull windows. Aft at amidships, there is a garage with side access, a solution which – as well as being able to house a tender of over five metres and two jet skis – leaves the stern area free to accommodate the beach club. Feeling acceleration from a 38-metre boat with several flybridges isn’t something that happens every day, but it is possible on a Fast 125, and you can also keep good control at speed while turning 180 degrees with a 50-metre radius, entering harbour to parallel moor, and to steer safely in confined and busy waters, all of it in silence. Rolls Royce has developed for – and with – Benetti the AziPull Carbon propulsion system in a programme that had already begun in 2011 and which culminated in the launch of the first Fast 125. 

It is an important project, because it is the first directed at pleasure boating, as Andrea Ceruti, head of Rolls Royce for Southern Europe, confirmed to us: «It is a project that has allowed us to further studies on our azimuth thrusters, which up to now have only been used on military or large non-military vessels. We have begun a development campaign with Benetti, aimed at reducing weight. The name that we have given to this application explains all its distinctive characteristics – AziPull Carbon stands for azimuth thruster system with a pulling propeller made in carbon fibre. We have gone from14 tonnes weight in the original transmission, which could take up to 1600 kW, to the 2.8 tonnes of the Azipull 65, which can work with up to 2000 kW of power, which is a nice milestone and something we are obviously proud of».                                                                                          

PROJECT Interiors Redman Whiteley Dixon • Exteriors Stefano Righini • Naval Architecture Benetti Technical Department

HULL LOA 38,1m • Maximum beam 8,45m • Draft 2,08m • Ligh mass displacement 160 t • Full mass displacement 197 t • Fuel tank volumes 25000   • Water tank volume 4.000 l

Main Propulsion  2 MTU 16V2000M94 • Outlet mechanical power kW 1.938/2.636 hp • Number of cylinders 16v  •Bore & Stroke 135mm x156 mm • total swept volume 35.700 cm3 • Maximal rotational speed 2.450/min  • Weight 3.380 kg

(Settembre 2017)

 

 

  • Apertura
  • Benetti Fast 125_Skyler_Internal Areas (12)
  • Benetti Fast 125_Skyler_External Areas (4)
  • Benetti Fast 125_Skyler_Internal areas (2)
  • Benetti Fast 125_Skyler_Internal areas (1)

Iscriviti alla newsletter!

X