Benetti: ecco Christella II, primo dei Delfino 95 Benetti: ecco Christella II, primo dei Delfino 95
È stato varato a Viareggio il Delfino 95’, la prima unità della nuova linea dislocante Class di Benetti, exterior design firmato da Giorgio M. Cassetta, interni a cura... Benetti: ecco Christella II, primo dei Delfino 95

È stato varato a Viareggio il Delfino 95’, la prima unità della nuova linea dislocante Class di Benetti, exterior design firmato da Giorgio M. Cassetta, interni a cura dell’ufficio stile del cantiere.

Si chiama CHRISTELLA II ed è destinato ad un armatore europeo, arriva dopo il successo del Delfino 93’, di cui sono state vendute 14 unità

Dal punto di vista progettuale si tratta, quindi, di una barca costruita con l’intenzione di meravigliare per i volumi che offre: nonostante la lunghezza fuori tutto di 28,95 metri e una stazza inferiore alle 200 tonnellate.

Dal punto di vista stilistico c’è stata una grande attenzione a tradurre tutti gli elementi funzionali in componenti di decoro e a progettare un light design unico e innovativo, grazie anche alla collaborazione con lo studio inglese Aqualuce.

Gli interni sono stati arredati in stile moderno, con colori e atmosfere calde: il legno principale è il noce canaletto selezionato senza fiamma, intervallato da pannellature in pelle stampata. Il pavimento delle aree comuni è in legno, mentre nelle cabine è stata usata la moquette. Il marmo scelto è eramosa, caratterizzato da due tagli differenti, al verso e al contro, che fanno variare il disegno delle venature.

Il Lower Deck è dedicato agli ospiti e accoglie quattro cabine doppie, di cui due vip con letto matrimoniale, comunicanti tra loro attraverso una grande porta scorrevole, e due a letti gemelli. Ogni cabina ha il proprio bagno, mentre gli spazi destinati all’equipaggio prevedono cinque posti letto.

Il Main Deck, disegnato su unico livello, è caratterizzato da ambienti e forme regolari, per dare la possibilità di personalizzare gli spazi a proprio piacimento. Molto ampia è la cabina armatoriale wide body, che offre una larghezza di quasi 7 metri e una lunghezza di 3,20 metri. Inoltre ha un guardaroba separato, disegnato su specifica richiesta dell’armatore, mentre il bagno dispone di un grande vano doccia.

Il salone principale è invece contraddistinto da due grandi vetrati laterali che coprono l’intera lunghezza di questo ambiente, mentre la porta scorrevole di poppa regala un grande senso di continuità tra interno ed esterni.

L’Upper Deck è caratterizzato da un’ampia area relax, la classica zona prendisole, la timoneria, e, alle sue spalle, un’area pranzo con tetto apribile e suggestiva illuminazione per la sera, mentre l’estrema poppa ospita un salotto open air di dimensioni inedite. Il grande ponte in teak può essere arredato a seconda dei gusti e delle esigenze dell’armatore. Le zattere di salvataggio sono state integrate nella sovrastruttura, per non pregiudicare in nessun modo l’eleganza delle linee esterne.

Innovazione importante su barche di queste dimensioni, è stato concepito anche un Sun Deck con due divani, di cui uno riservato alla timoneria esterna, per dare la possibilità agli ospiti di godersi la vista durante la navigazione e al tempo stesso offrire una timoneria in più, che, grazie alla notevole altezza, può risultare utile soprattutto durante le operazioni di manovra.

Il garage può ospitare un tender fino a 4,40 metri, mentre i motori sono due Man V8 da 1.000 cavalli ciascuno con i quali lo yacht raggiunge i 13,5 nodi.