Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly, quando lo spazio non manca… Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly, quando lo spazio non manca…
Pochi chili e pochi Euro in più per avere un ponte in più, il Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly ha ancora più spazio a... Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly, quando lo spazio non manca…

Pochi chili e pochi Euro in più per avere un ponte in più, il Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly ha ancora più spazio a disposizione della versione HardTop

di Niccolò Volpati – photo by Nicolas Claris

Mare calmo, poco vento. Sono sul fly del nuovo GranTurismo 50 di Bénéteau che è riuscita ad aggiungere un “piano” aumentando il peso complessivo dell’imbarcazione di solo 300 kg. Esiste, infatti, anche la versione HardTop di questo modello.

La carena è identica, così come i due layout disponibili per gli interni, ma c’è più spazio sopra la dinette. Il fly non è enorme e questo permette di mantenere un profilo piuttosto sportivo. C’è tutto quello che serve, a cominciare dalla seconda postazione di comando. La visuale è ovviamente ottimale, ma non mi convince molto l’ergonomia.

Bénéteau Gran Turismo 50 SportFlyLa seduta è un po’ troppo distante dalla plancia e risulta piuttosto incassata. La mia “pancetta” complica le cose. È vero che dovrei dimagrire, ma c’è anche chi è messo peggio di me. Qualche centimetro in più in altezza sotto la seduta del timoniere avrebbe giovato. I motori sono gli stessi per entrambe le versioni.

Si tratta di due IPS 600 di Volvo con due D6 da 435 cv ciascuno. L’accelerazione non è male: in sei secondi la carena è fuori dall’acqua e in 25 si arriva alla massima velocità. È piacevole la manovrabilità sia ai bassi regimi, sia a velocità sostenuta. Merito, ovviamente, oltre che delle linee d’acqua, dei due piedi pivottanti con eliche traenti. Anche le virate strette con la manetta del gas tutta abbassata non sono un problema.

I piedi Volvo, infatti, hanno l’autolimitazione che permette di non stringere eccessivamente e così, quando in navigazione, ci si trova sul fly, non si ha mai la sensazione di cadere di sotto. Confortanti i dati dei consumi. Al minimo di planata, per entrambi i motori servono 90 litri e alla massima velocità ne bastano meno di 170.

Bénéteau Gran Turismo 50 SportFlyQuello che mi ha convinto meno del Gran Turismo 50 SportFly è la velocità. Alla massima non siamo arrivati a 28 nodi. Un dato sufficiente per una barca comfort da crociera in famiglia, ma non esaltante.

In alternativa si poteva mettere a disposizione una seconda coppia di motori più potenti, ma il cantiere francese non dà questa possibilità.

L’obiettivo è stato quello di rendere più simili possibile le due versioni. E, in effetti, questo modello con il fly pesa solo 300 kg in più e costa solo 20 mila Euro in più rispetto alla versione HardTop. Una coppia di motori più potenti avrebbe determinato anche un prezzo più elevato.

Quello che invece mi ha colpito molto favorevolmente sono interni e coperta, disegnati, rispettivamente da Andreani Design e Nuvolari&Lenard. Gli interni sono caratterizzati da un grande salone perché tutto lo spazio disponibile è dedicato solo alla plancia e all’area living.

La cucina si trova più in basso, nel disimpegno dell’area notte. In questo modo, la cucina gode di più “aria” e di un piano di lavoro molto ampio. I volumi sono ben ottimizzati anche nella cabina armatoriale e mi è piaciuta la soluzione del bagno. Il lavandino, infatti, si affaccia in cabina e non si trova in un locale separato. Questo consente di avere altri due locali separati, uno per il wc e uno per la doccia. In questo modo si sfruttano tutti i centimetri a disposizione, realizzando ambienti ampi e confortevoli.

Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly 8La stessa filosofia è riproposta negli spazi aperti del Gran Turismo 50 SportFly. Tutto è forse influenzato dalla presenza, non comune per barche di queste dimensioni, del garage per il tender. Nonostante questa presenza “ingombrante” né gli interni, né il pozzetto risultano sacrificati.

Anzi, se non mi avessero fatto notare che c’era il garage, non me ne sarei nemmeno accorto. È un’esigenza che arriva su esplicita richiesta dei dealer Bénéteau ed è comprensibile. Una barca di 50 piedi se ha uno spazio dedicato per il tender con un sistema pratico di alaggio e varo, si vende più facilmente.

Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly
Progetto:
Bénéteau Power Boats (architettura navale) • Nuvolari&Lenard (exterior design) • Andreani Design (interior design)
Scafo: Lunghezza fuoritutto 15,78m • lunghezza scafo 14,17m • larghezza massima 4,40m • pescaggio 0,90m • dislocamento 13.935 kg • serbatoi carburante 1.300 l • serbatoi acqua 400 l
Motore: 2xD6 Volvo Penta IPS600 • ciclo operativo 4 tempi • 6 cilindri • alesaggio per corsa 103mm x110mm • rapporto di compressione 17,5:1 • cilindrata 5,5 l • potenza 307 kW (435 cv) • regime di rotazione massimo 3500 giri/minuto • peso a secco 901 kg
Certificazione CE:  Cat. B per 12 persone • Cat. C per 12 persone
Prezzo: 545.000 €, Iva esclusa

BÉNÉTEAU
Saint Hilaire de Riez
France
www.beneteau.com

(Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly – Giugno 2018)

  • Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly
  • BÉNÉTEAU GT 50_0X2A82755
  • Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly
  • Bénéteau Gran Turismo 50 SportFly