Axopar 37 SunTop + V8 Mercury 300 CV. Amore a prima vista Axopar 37 SunTop + V8 Mercury 300 CV. Amore a prima vista
La prova completa la leggerete a breve su BARCHE, per ora ecco una prima anticipazione dell’Axopar 37 SunTop che abbiamo provato insieme ai nuovissimi... Axopar 37 SunTop + V8 Mercury 300 CV. Amore a prima vista

La prova completa la leggerete a breve su BARCHE, per ora ecco una prima anticipazione dell’Axopar 37 SunTop che abbiamo provato insieme ai nuovissimi V8 da 3oo Cv di Mercury. Il verdetto? Promossa a pieni voti…

di Luca Sordelli

A poppa i due V8 americani spingono che è un piacere. L’entrata in planata è immediata e quasi impercettibile, al limite dei 2.500 giri c’è una leggera cabrata, ma poi l’Axopar si mette subito piatto, grazie anche all’auto trim di Mercury. Adoro le barche strette che staccano bene indietro l’onda e ti danno la sensazione di avere solo le eliche in acqua. Velocità massima poco sopra i 48 nodi, i due step rendono molto leggeri, e si “vola” senza fatica raggiungendo i 6000 giri.

Qui, ovviamente, i consumi sono abbastanza sensibili: 186 litri/ora, cioè 3,86 litri/miglio. Basta però cercarla e si trova facilmente la “propria” andatura. Per chi vuole consumare poco e andar lontano significa fermarsi a 3.500 giri a 24 nodi. E qui si ha il miglior rendimento: 2,58 litri/miglio. Per chi invece è a caccia della miglior velocità di crociera veloce a 38 nodi il consumo rimane ancora più che ragionevole, 115 litri/ora (3,02 litri miglio).

Axopar 37 SunTop

Altro grande pregio dell’Axopar 37 è la precisione della carena. Virate strette, ma mai nervose, senza il rischio di sparare in acqua bambini e bagagli. Per farle perdere giri chiudendo troppo le accostate bisogna veramente impegnarsi al limite.

E le onde? Come si comporta? Purtroppo il Lago Maggiore non è proprio  l’Oceano Indiano e, da questo punto di vista, non abbiamo potuto torchiare l’Axopar 37. Abbiamo comunque incrociato al massimo dei giri le molte onde provocate dalle altre imbarcazioni in prova apprezzando la sensazione di solidità che la barca dà sempre, il grande T-Top non cigola e non si muove.

Infine due parole sui nuovi Verado da 300 cavalli di potenza (ma ci sono anche nelle versione 250): abbandonano la sovralimentazione (ma rimane sui modelli esistenti) sulla base del monoblocco V8, con le bancate inclinate a 64 gradi e dalla generosissima cubatura da 4,6 litri. Hanno 32 valvole e doppio albero a camme.

Con i suoi 272 kg è di gran lunga il più leggero rispetto i concorrenti, il più vicina dista 6 kg, il più lontano quasi 40. Mercury, parlando del confronto con i suoi modelli precedenti, parla di un miglioramento, a parità di condizioni, fino al 20% nella velocità a prendere giri, di due nodi come velocità massima, offrendo al contempo un risparmio di carburante dell’8%.

Quello che certo è che questi due nuovi motori rappresentano il risultato (non finale, altre novità sono in arrivo) di un lungo lavoro nato ascoltando le richieste dei diportisti, in un processo di investimenti che, dal 2012, è costato alla casa americana più di un miliardo di dollari.

Axopar 37 SunTop
Lunghezza ft 11,2 m
Larghezza massima 3,3 m
Immersione 85 cm
Dislocamento 3.590   kg
Capacità serbatoio carburante 730 lt
Categoria CE 10

Motori
Numero 2
Marca Mercury
Modello Verado 300
Potenza CV/kW  300/224
Numero di cilindri 8
Alesaggio per corsa 92×86 mm
Cilindrata 4.6
Rapporto di riduzione 1,75:1

Axopar
Itämerentori 2, 00180 Helsinki, Finlandia
390.187.532.204
[email protected]
www.axopar.fi