Axopar 37 Sun-Top, amore a prima vista  Axopar 37 Sun-Top, amore a prima vista 
 Bella, veloce, solida: l’ Axopar 37 Sun-Top ci è piaciuto e anche molto. Il cantiere è Finlandese, ma le barche vengono costruite in Polonia. Ottimo... Axopar 37 Sun-Top, amore a prima vista 

 Bella, veloce, solida: l’ Axopar 37 Sun-Top ci è piaciuto e anche molto. Il cantiere è Finlandese, ma le barche vengono costruite in Polonia. Ottimo l’abbinamento con i due nuovi Mercury Verado V8 da 300 cv che ci hanno fatto superare i 48 nodi di velocità

di Luca Sordelli – foto  Andrea Muscatello

 La vedo, è lei, decido che sarà mia. Ce ne sono ben diciannove, pronte, a disposizione per esser provate. Barche, gommoni, scafi in vetroresina o in alluminio, italiani ma anche da tutta Europa. Siamo in banchina a Baveno, sul Lago Maggiore. L’occasione è la presentazione della nuova gamma di fuoribordo Mercury, dai 150 fino ai 400 cv.

Tra le tante il mio occhio cade subito su di lei, sull’ Axopar 37 Sun-Top, con a poppa due V8 Mercury da 300 cv. È un progetto finlandese, è costruita in Polonia ed è, soprattutto, molto bella. Certo, ogni giudizio estetico è sempre personale, soggettivo. Questa barca, però, è difficile che non piaccia e, non a caso, per conquistarmi subito un posto a bordo fatico non poco a superare la concorrenza di un folta pattuglia di colleghi giornalisti.

AXOPAR 37 SUN-TOP

Le linee sono decisamente nordiche, l’Axopar 37 Sun-Top trasmette un bella sensazione di sportività, di robustezza, ma c’è anche molta attenzione al design. Questo Axopar nasce per navigare forte, e non teme le onde. Lo scafo è abbastanza stretto, soprattutto all’ingresso, doppio step, tre pattini di sostentamento, dritto di prua molto verticale, bottazzo importante.

A prua e a poppa, sono nascoste due cabine ma, in entrambi i casi, guardando la barca di profilo non si notano. Sono sotto due prendisole che rimangono sotto l’altezza della murata con il risultato che la barca rimane un vero open walkaround. Decisamente azzeccato anche il design del lungo T-top che copre tutta la zona di pilotaggio e l’area centrale con il tavolo da pranzo. Belli i montanti in vetroresina, robusti e rassicuranti, furbo il tendalino in tessuto apribile elettricamente. Mentre provo la barca, seduto accanto a me c’è Jan-Erik Viitala, uno dei due cofondatori di Axopar e grande intenditore di barche come queste avendo lavorato, in passato, con marchi come XO Boats, Paragon e Aquador.

Mentre faccio le prime miglia mi racconta in sintesi la filosofia della barca: «Velocità, qualità marine, costruzione solida e un prezzo ragionevole».  Il 37, come tutti gli Axopar, è realizzato in maniera modulare: sulla base della stessa carena possono essere montati più elementi, che cambiano la configurazione di coperta e interni. «Gli Axopar sono costruiti con un sistema tradizionale. Servono robustezza e affidabilità, serve non esagerare sul prezzo e serve poter cambiare in maniera intelligente la conformazione a seconda dei paesi e dei mari in cui andranno a navigare».

AXOPAR 37 SUN-TOP

Di questo 11 metri esiste anche la versione Cabin, quindi con tutta la parte centrale coperta, e con la possibilità di cambiare il lay-out a poppa: con una seconda cabina sotto ad un prendisole, come quella che abbiamo provato; con un bancone bar e cucina a poppa della seconda fila di sedili; o senza nulla, con il pozzetto completamente sgombro.

Ci sarebbe lo spazio ideale per installare una motorizzazione entrobordo… «Non se ne parla proprio– mi dice secco Viitala – uno dei punti di riferimento dei nostri progetti è la propulsione fuoribordo. Per contenere pesi, costi e rendere più facile la manutenzione». Ha le idee molto chiare e la sua formula piace: «Siamo nati nel 2014, da allora abbiamo realizzato 1.000 imbarcazioni. Solo per il 2018 abbiamo 500 ordini».

Arrivato il momento di provarla veramente apprezzo subito la posizione di guida: tre sedili accoglienti e regolabili, manette al posto giusto, strumenti ben leggibili. Ci si sente subito a proprio agio e allora via, manette tutte giù, senza esitazione.A poppa i due V8 americani spingono che è un piacere. L’entrata in planata è immediata e quasi impercettibile, al limite dei 2.500 giri c’è una leggera cabrata, ma poi l’Axopar si mette subito piatto, grazie anche all’auto trim di Mercury.

Adoro le barche strette che staccano bene dietro l’onda e ti danno la sensazione di avere solo le eliche in acqua. Velocità massima poco sopra i 48 nodi, i due step rendono molto leggeri, e si “vola” senza fatica raggiungendo i 6000 giri.

Qui, ovviamente, i consumi sono abbastanza sensibili: 186 litri/ora, cioè 3,86 litri/miglio. Basta però cercarla e si trova facilmente la “propria” andatura. Per chi vuole consumare poco e andar lontano significa fermarsi a 3.500 giri a 24 nodi. Qui si ha il miglior rendimento: 2,58 litri/miglio. Per chi invece è a caccia della miglior velocità di crociera veloce, a 38 nodi il consumo rimane ancora più che ragionevole, 115 litri/ora (3,02 litri miglio).

AXOPAR 37 SUN-TOP

Altro grande pregio di Axopar 37 Sun-Top è la precisione della carena. Virate strette, ma mai nervose, senza il rischio di sparare in acqua bambini e bagagli. Per farle perdere giri chiudendo troppo le accostate bisogna veramente impegnarsi al limite. E le onde? Come si comporta, come reagisce? Purtroppo il Lago Maggiore non è proprio l’Oceano Indiano e, da questo punto di vista, non abbiamo potuto torchiare l’ Axopar 37 Sun-Top. Abbiamo comunque incrociato al massimo dei giri le molte onde provocate dalle altre imbarcazioni in prova apprezzando la sensazione di solidità che la barca dà sempre, il grande T-Top non cigola e non si muove.

Infine due parole sulle due cabine. Quella di prua ha la tradizionale configurazione a V, con un letto da 200 x 160 cm e un’altezza di 166 cm. Molta luce, molti armadi e spazio più che sufficiente per muoversi con agio. Il bagno però non è separato. Quella di poppa è decisamente più sacrificata, non tanto per le dimensioni del letto (192 x 160 cm) quanto per l’altezza sopra al letto (90 cm) e per la difficoltà ad accedervi, sollevando tutta la “tughetta”, incernierata nel suo lato a poppa.

AXOPAR 37 SUN-TOP
PROGETTO
Ufficio Tecnico del Cantiere (interni ed esterni)
SCAFO lunghezza ft 11.2m  larghezza massima 3.3m  immersione 0,85m  • dislocamento vuoto  3.590 kgCapacità serbatoio carburante 730 l
MOTORE 2 Mercury Verado 300 Potenza 224 kW (300 cv) Numero di cilindri 8 Alesaggio per corsa 92mm x86mm Cilindrata 4.6l Rapporto di riduzione 1,75:1 Regime di rotazione massimo 6.000 gri/min Peso 272 kg
CERTIFICAZIONE CE Categoria B 10
PREZZO da 84.900 €    

AXOPAR
Itämerentori 2,
00180 Helsinki, Finlandia
[email protected]
www.axopar.fi         

(Axopar 37 Sun-Top, amore a prima vista  – Barchemagazine.com – Novembre 2018)

  • AXOPAR 37 SUN-TOP
  • AXOPAR 37 SUN-TOP 3D6A1648
  • AXOPAR 37 SUN-TOP 1333
  • AXOPAR 37 SUN-TOP D6A1616