American Magic, la prima barca è arrivata ad Auckland American Magic, la prima barca è arrivata ad Auckland
Defiant, il primo AC75 del Challenger USA per la 36a America’s Cup American Magic, è arrivato in Nuova Zelanda. Una spedizione via cargo partita... American Magic, la prima barca è arrivata ad Auckland

Defiant, il primo AC75 del Challenger USA per la 36a America’s Cup American Magic, è arrivato in Nuova Zelanda. Una spedizione via cargo partita il 28 maggio dalla base invernale della squadra a Pensacola, in Florida.

Vedere scaricare la nostra barca ad Auckland è stato un momento fantastico per il nostro team e una pietra miliare anche per la Coppa America“, ha dichiarato Terry Hutchinson, Skipper e Direttore Esecutivo di American Magic. “Presto vedremo American Magic uscire sulla stesso specchio d’acqua del Defender, Emirates Team New Zealand. Sarà sicuramente uno spettacolo emozionante per gli appassionati di vela in tutto il mondo, e per noi sarà un promemoria quotidiano dell’enorme compito che abbiamo di fronte. Ogni possibile giorno di allenamento da oggi fino alla Coppa di Prada non ha prezzo e siamo concentrati sulla vela di nuovo il più rapidamente possibile. ”

America's Cup

Realizzato a Bristol  nel Rhode Island, è il primo dei Challenger ad arrivare nella sede dove in sequenza di svolgeranno: l’ACWS Auckland (17-20 dicembre 2020), la Prada Cup (Finali di Challenger, 15 gennaio – 22 febbraio 2021 ) e la 36a America’s Cup (6-21 marzo 2021). Il team degli Stati Uniti prevede inoltre di consegnare il suo secondo AC75 ad Auckland entro l’autunno del 2020.

L’attività di American Magic nelle prossime settimane sarà concentrata in tre aree principali. In primo luogo il team lavorerà per completare il procedimento di ingresso e quarantena in Nuova Zelanda per il personale del team e le loro famiglie, reso possibile dopo che il team ha ricevuto esenzioni alle frontiere dal Ministero competente (MBIE) il 12 giugno. In secondo luogo la base del team sarà allestito e attivato ad Auckland. In terzo luogo, a Bristol, la squadra farà gli ultimi ritocchi sul secondo AC75 e lo preparerà per il trasporto aereo dal Rhode Island alla Nuova Zelanda.